Cantine
Fraponti

Quartu Sant’Elena

Diversi luoghi al mondo sono ricchi di cultura, bellezze naturali e singolare fascino. Alcuni di essi riconducono a storie millenarie che hanno segnato tracce indelebili nello spirito dei popoli.

Sardegna – ITALIA

… culture, tradizioni, usi e costumi sono legati alla vite e al vino fin dalle origini dell’umanità.

La Sardegna è da sempre uno dei principali punti di incontro di innumerevoli civiltà, il luogo in cui lingue e la cultura formano un ponte che attraversa il mare, il tempo e i confini.

… le origini del vino sardo si perdono nella notte dei tempi.
I Popoli delle Torri erano gli abitanti della Sardegna all’epoca del bronzo, più comunemente conosciuta come epoca Nuragica.
In un vasto villaggio nuragico sono stati ritrovati numerosi vinaccioli riconducibili tutti alla varietà “Cannonau”, che risulta pertanto il vino più antico del Bacino del Mediterraneo.
Nel centro Sardegna, nelle foreste verdeggianti più incontaminate, sono ancora presenti ceppi millenari di vite selvatica.
Il Cannonau è il vitigno a bacca nera ancora oggi più diffuso in Sardegna.

La cultura enologia dei popoli nuragici venne perfezionata nel corso dei secoli dall’apporto di nuove culture come quella degli Shardana, noti anche come i popoli del mare e documentati nei geroglifici Egizi come i conquistatori del Mediterraneo di origini Sarde.
I Fenici di Sardegna invece si connotano come importanti produttori di vino che esportavano, attraverso le loro rotte commerciali, assieme a preziosi beni di lusso tra i quali i classici gioielli di filigrana d’oro.
Essi vinificavano fin da allora uve di Nuragus, Carignano e Vernaccia, che ancora oggi rappresentano le più importanti produzioni dell’Isola.

… profumi, sapori inconfondibili e colori sorprendenti.

La Sardegna rende uniche le sue produzioni viticole grazie al clima mite tutto l’anno ed un ambiente naturale ancora in gran parte incontaminato.

La tipica macchia mediterranea che ricopre le zone costiere e delimita i nostri vigneti è caratterizzata da profumi e colori inconfondibili di corbezzolo, rosmarino, mirto e ginepro e restituisce ai vini uniche note aromatiche.

… il tramite per la conservazione delle tradizioni.
Sin dai primi del 1900, i padri fondatori della cultura enologica della nostra azienda, coltivavano con cura i vitigni locali per migliorare e valorizzare le produzioni di vino ottenute in questa area del Campidano a pochi passi dal mare.
La passione, la dedizione e il duro lavoro di tre generazioni ci portano sino ai nostri giorni con la nascita della Società Agricola Fraponti, costituita dagli attuali eredi, i quali riconoscono la spiccata e antica vocazione viti-vinicola del territorio del comune di Quartu Sant’Elena, rinomato per le antiche produzioni di vini da pasto e vini dolci da dessert.
E’ proprio sulle dolci colline quartesi, ai piedi del Parco dei Sette Fratelli, al centro di un sistema integrato di aree di importanza naturalistica e ambientale, che Agricola Fraponti decide di impiantare i nuovi vigneti e costituire il maggiore centro aziendale con una superficie accorpata di circa 30 ettari.
Nella tenuta Fraponti è stato costruito il centro di vinificazione dove vengono conferite le uve vendemmiate a mano a seguito di una attenta selezione dei grappoli da parte dei nostri vignaioli.
I vitigni che ricoprono le nostre superfici aziendali sono quelli riconosciuti della cultura enologica sarda, tra i quali i rossi Cannonau, Barbera Sardo, Monica ed i bianchi, Nuragus e Vermentino. Tra le uve dolci per la produzione dei vini da dessert Moscato e Nasco.

… abbiamo selezionato due produzioni espressamente per voi.